Infiorata di Castelraimondo: al via l'edizione social

Presentato il cartellone, le novità: diretta Facebook dei momenti clou, app per curiosità. Gran finale sabato 17 e domenica 18.

Annalisa Ferretti, Fabio Montesi, Renzo Marinelli, Elisabetta Torregiani, Francesca Serri

 

Infiorata di Castelraimondo: ai blocchi di partenza. Al via una settimana di eventi prima del gran finale. La venticinquesima edizione di questa importante manifestazione diventa social, con la diretta Facebook nella notte di sabato 17 e dei momenti principali di domenica 18 giugno. E’ stato definitivamente mandato in pensione il catalogo cartaceo che pubblicizzava i quadri fioriti ed il programma dell’evento. Con la tecnologia “beacon” basterà passeggiare lungo corso Italia per leggere informazioni sul quadro e sulle ventisei associazioni che partecipano a questa edizione. Grazie alla Medstore inoltre è stata presentata anche un’applicazione per telefonini, che riporta programma e curiosità. “L’Infiorata per questa venticinquesima edizione – ha detto il presidente della Pro Loco Fabio Montesi – ci traghetta dalla tradizione all’innovazione, permettendo di diffondere il messaggio di questa grande bellezza con i nuovi mezzi offerti dalla tecnologia ed una diffusione più capillare rispetto al tradizionale depliant cartaceo. Sottolineo la nuova importante collaborazione con lo Sferisterio Opera Festival di Francesco Micheli e lo spettacolo conclusivo di domenica sera, che ci permetterà di tornare ad usare piazza della Repubblica, a seguito della messa in sicurezza del palazzo comunale dopo il sisma”.

Ivana Micozzi, Annalisa Ferretti, Renzo Marinelli, Elisabetta Torregiani, Francesca Serri

Il sindaco Renzo Marinelli ha portato i saluti di Sandro Parcaroli, presidente del comitato Infiorata, sottolineando come ci saranno anche sculture di Fernando Caciorgna per arricchire l’esposizione floreale. “Auspico una risposta forte di tutto il territorio – ha aggiunto Marinelli – la nostra è una delle Infiorate più belle d’Italia. E’ proprio in momenti come questo che abbiamo bisogno di stare insieme e ripartire”. L’assessore alla cultura Elisabetta Torregiani ha sottolineato l’importanza per Castelraimondo di essere entrato nel Grand Tour delle Marche, in modo da fare squadra e promozione congiunta con altre manifestazioni in rete nell’intero territorio regionale. Saranno ospiti dell’evento gli infioratori di Mogliano, ci sarà la possibilità di degustare i prodotti tipici del territorio nella mensa, sono stati predisposti anche pacchetti turistici e promozione con gli eventi del Grand Tour Marche, come ha ricordato Francesca Serri di Tipicità. Annalisa Ferretti della scuola di musica Toscanini ha illustrato il progetto “Un canto per ricominciare”, che sarà presentato martedì sera, nella serata di spettacolo dei ragazzi della scuola. Canteranno una canzone dedicata al terremoto, incisa in un cd di musiche inedite, il cui ricavato servirà per ricostruire strutture pubbliche. Ivana Micozzi ha presentato la serata dell’Aido dedicata ai giovani, venerdì 16 giugno, per sensibilizzarli sul tema delle donazioni, con la musica di “A big trouble band”. Ogni sera in piazza ci sarà un evento, domani sera la presentazione delle associazioni che realizzeranno i quadri, lunedì sera pianobar, martedì saggio degli allievi del Toscanini che hanno inciso una canzone per ripartire dopo il sisma. Mercoledì aperitivi internazionali, giovedì musica dal vivo, venerdì musica e serata Aido per sensibilizzare sulle donazioni. Tra sabato e domenica all’alba le associazioni realizzeranno i quadri fioriti. Gran finale domenica sera con “Florilegio di note”, spettacolo in collaborazione con lo Sferisterio Opera Festival.

Leggi la notizia su Cronache Maceratesi