U.N.I.T.A.L.S.I.

L' U.N.I.T.A.L.S.I. (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali)  è un'associazione cattolica dedita alla cura delle persone malate nella quotidianità ed  in particolare nei  pellegrinaggi presso i santuari mariani italiani ed internazionali.

L’associazione nasce nel 1903 per iniziativa di Giovanni Battista Tomassi,  ventiduenne affetto anni da una grave forma di artrite acuta e irreversibile. Il ragazzo esasperato dalla sua condizione, si reca in viaggio a Lourdes,  deciso a porre fine alla sua vita davanti alla grotta delle apparizioni, qualora non avesse ricevuto  il miracolo di guarigione.  Pur non avendo ottenuto quanto sperato,  rimane talmente colpito dai gesti amorevoli che i tanti volontari rivolgevano ai malati che decide di rinunciare al suo proposito.

Alla stazione di Lourdes, al momento della partenza per rientrare in  Italia, consegna la pistola che aveva con sé al direttore spirituale del pellegrinaggio, monsignor  Radini Tedeschi, e manifesta sia a lui che  a don Angelo Roncalli (che diventerà papa Giovanni XXIII),  l’intenzione di fondare un’associazione per il trasporto dei malati a Lourdes.

Da allora l’Unitalsi si è diffusa in tutto il territorio nazionale organizzandosi  in  “sezioni” regionali e “sottosezioni” diocesane.

L’associazione, oltre ad occuparsi del trasporto e dell’assistenza dei malati nei pellegrinaggi, attraverso volontari motivati e preparati,  realizza attività di assistenza domiciliare, soggiorni estivi ed invernali ed incontri di formazione e informazione per sensibilizzare le persone, in particolare i giovani sulla condizione  del malato come persona, e accoglie il  servizio civile sia in Italia che a Lourdes.

La sottosezione di Camerino San Severino Marche, comprende tutti i paesi della diocesi, che in forma di gruppo Unitalsi  gestiscono  le proprie  attività autonomamente, ma sempre  di concerto con la sottosezione.

Ogni gruppo ha un proprio responsabile che pianifica , insieme agli iscritti, le iniziative da promuovere nel corso dell’anno, che si vanno a sommare alle attività programmate a livello diocesano, regionale e nazionale.

La prima Castelraimondese che sale su un Treno bianco per partecipare al pellegrinaggio Unitalsiano a Lourdes  è Caterina Quadraroli, nella seconda metà degli anni sessanta ,  ma solo  negli anni 80 viene ufficialmente costituito il gruppo Unitalsi – Castelraimondo, attualmente  costituito da 25 volontari e altrettanti simpatizzanti e coordinato da Fernanda Rocci.

L’Unitalsi  partecipa per la prima volta all’infiorata del Corpus Domini  nel 2001, con un quadro ideato da Federico Sabatini, in cui è raffigurato il momento dell’apparizione di Maria alla Pastorella Bernadette nella grotta, in uno sfondo che ricrea  la basilica del “Rosario” di Lourdes.

U.N.I.T.A.L.S.I.